Copyright

Tutte le informazioni ed i contenuti del sito (quali, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo, i testi, la grafica, i files, le tabelle, le immagini ed i dati presenti all’interno delle pagine), inclusi i programmi software disponibili nel e tramite lo stesso, sono protetti ai sensi della normativa in vigore in materia di proprietà intellettuale e/o industriale. Agli utenti è espressamente vietato modificare, copiare, distribuire, trasmettere, mostrare, pubblicare, commercializzare o concedere in licenza qualsiasi tipo di contenuto disponibile nel o tramite il sito per scopi commerciali o pubblici.

Ai sensi della Risoluzione legislativa del Parlamento europeo del 26 marzo 2019 sulla proposta di
direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sul diritto d’autore nel mercato unico
digitale (COM(2016)0593 – C8-0383/2016 – 2016/0280(COD)), ed in particolare dell’art. 15 della direttiva suddetta*, gli utenti del sito non possono riportare titolo e un estratto di articoli che trovano sul sito senza contattare il titolare del sito medesimo e concordare con lui il compenso applicabile alla cessione in licenza dei diritti di pubblicazione di titolo ed estratto. Sono esclusi solo i singoli individui che ne facciano un uso privato o non commerciale.

Il titolare del sito è: Nicola Di Ciomma, contattabile ai seguenti recapiti: nicola.diciomma@cercanotizie.it e/o nicola.diciomma@icloud.com

Inoltre, poiché il titolare del sito rientra o potrebbe rientrare nel novero dei prestatori di servizi di condivisione di contenuti online (i content-sharing service providers) di cui all’art. 17 della direttiva**, gli utenti sono espressamente diffidati dal pubblicare sul sito contenuti protetti da copyright, salvo che non ne siano i proprietari (gli autori originari) o i licenziatari sulla base di accordi dimostrabili per iscritto. 

* Art. 15 della direttiva: “Gli Stati membri riconoscono agli editori di giornali stabiliti in uno Stato membro i diritti di cui all’articolo 2 e all’articolo 3, paragrafo 2, della direttiva 2001/29/CE per l’utilizzo online delle loro pubblicazioni di carattere giornalistico da parte di prestatori di servizi della società dell’informazione.
I diritti di cui al primo comma non si applicano agli utilizzi privati o non commerciali delle pubblicazioni di carattere giornalistico da parte di singoli utilizzatori.
La protezione accordata a norma del primo comma non si applica ai collegamenti ipertestuali.
I diritti di cui al primo comma non si applicano all’utilizzo di singole parole o di estratti molto brevi di pubblicazioni di carattere giornalistico.”

** Art. 17 della direttiva: “Gli Stati membri dispongono che il prestatore di servizi di condivisione di contenuti online effettua un atto di comunicazione al pubblico o un atto di messa a disposizione del pubblico ai fini della presente direttiva quando concede l’accesso al pubblico a opere protette dal diritto d’autore o altri materiali protetti caricati dai suoi utenti. Un prestatore di servizi di condivisione di contenuti online deve pertanto ottenere un’autorizzazione dai titolari dei diritti di cui all’articolo 3, paragrafi 1 e 2, della direttiva 2001/29/CE, ad esempio mediante la conclusione di un accordo di licenza, al fine di comunicare al pubblico o rendere disponibili al pubblico opere o altri materiali. […]
Qualora non sia concessa alcuna autorizzazione, i prestatori di servizi di condivisione di contenuti online sono responsabili per atti non autorizzati di comunicazione al pubblico, compresa la messa a disposizione del pubblico, di opere e altri materiali protetti dal diritto d’autore, a meno che non dimostrino di: a)  aver compiuto i massimi sforzi per ottenere un’autorizzazione, e b)  aver compiuto, secondo elevati standard di diligenza professionale di settore, i massimi sforzi per assicurare che non siano disponibili opere e altri materiali specifici per i quali abbiano ricevuto le informazioni pertinenti e necessarie dai titolari dei diritti.”