Un Thriller dirompente. Ex Moglie di Tess Stimson. L’intervista

0
191
Foto Tess Stimson
Se ti piace, condividi!

Esordio italiano, nel genere, della scrittrice, giornalista e reporter britannica che nel nostro Paese aveva pubblicato soltanto due romanzi Rosa e un Manuale. Ma è innamorata dell’Italia, dove ci ha vissuto quattro anni. Non a caso il suo prossimo libro è ambientato in parte fra Genova e la Sicilia

Quando si crede di aver letto molto e abbastanza e non ci si aspettano più grosse storie e soprattutto grandi sorprese è perché non ci si è imbattuti ancora in Ex Moglie, l’ultima fatica di Tess Stimson.

Un Thriller psicologico di alta fattura con contenuti a tinte gialle e che, per la sua ottima rappresentazione, sfiora anche dinamiche da saga familiare.

È allo stesso tempo strano e naturale lavorare in coppia, come se gli ultimi cinque anni non fossero mai trascorsi
Foto Giunti Editore

Negli ultimi quattro anni Louise ha dovuto guardare il suo ex marito rifarsi una famiglia. Andrew, affascinante presentatore televisivo, l’ha piantata in asso per sposare Caroline, la sua amante. Entrambe le donne, per salvaguardare il bene dei figli, hanno inizialmente rapporti di estrema cordialità. Ma poi qualcosa cambia. Quando la coppia viene invitata alle nozze d’oro dei genitori di Louise sembra quasi che Caroline sia destinata ad entrare per sempre in quella famiglia. Qualcosa cambia, e Louise stessa non vuole accettare assolutamente questa intrusione perché è ancora innamorata del suo ex marito. Caroline, del resto, non ha alcuna intenzione di cedere il passo per mantenere la sua conquista. Ma Andrew muore e le due donne vengono trovate accanto al cadavere con le mani intrise di sangue e con evidenti segni di colluttazione. Non ci sono testimoni e per la polizia scoprire la verità non sarà per niente facile.

Sembriamo così patetici quando entriamo in casa infangati che entrambi iniziamo a ridere

 

Foto Giunti Editore

Tess Stimson costruisce così una fitta ragnatela di rapporti familiari senza scivolare nella banalità della semplice storiella del divorzio. Ogni personaggio ha qualcosa da nascondere, qualcosa di non chiaro e non certo di ben definito dove gli scheletri negli armadi si accumulano pagina dopo pagina ad un ritmo frenetico e in un finale denso e ricco che tiene il lettore incollato fino all’ultimo respiro. Il tutto condito da una scrittura fluida e accattivante.

Pubblicato lo scorso anno per la prima volta in Gran Bretagna e negli Stati Uniti con il titolo originale One in three,

Foto Tess Stimson

la scrittrice arriva così alle soglie del suo terzo Thriller (non in Italia) tuffandosi nel genere forse a lei attualmente più congeniale.

Autrice di quattordici libri (per lo più Rosa) e di una serie infinita di racconti, Tess Stimson ha girato il globo come reporter d’assalto in numerosi conflitti. Ha vissuto anche quattro anni in Italia quando era produttrice per la CNN Rome Bureau. Fra il 2001 ed il 2002 si è trasferita definitivamente negli Stati Uniti dove condivide l’attività di scrittrice con quella di giornalista (collabora con quotidiani, riviste e Tv di fama internazionale) e insegna giornalismo per i media e scrittura creativa all’università.

In Italia sono stati pubblicati Un Amante non è per sempre (Sperling & Kupfer, 2008), La Catena dell’infedeltà (Sperling & Kupfer, 2008), Sconfiggi quella stronza! (Armenia, 2011).

Foto amazon.com

Hard News è il suo primo romanzo in assoluto ed è ambientato nel mondo dei notiziari televisivi.

Mi scosto di scatto da lui. L’ha scopata. Fino a trenta secondi fa non ne ero sicura, ma conosco Andy troppo bene, riconosco il modo in cui funziona la sua mente malata

 

Segnata da un passato sentimentale burrascoso e altalenante, conserva nei suoi libri un buon grado autobiografico. Al tempo stesso sa essere madre e donna premurosa, soprattutto quando si tratta del bucato dei suoi figli “cresciuti” (lei li chiama così).

LA CURIOSITÀ – Tess Stimson ha in soffitta una quantità indefinita di pipistrelli, ma non è certo fonte di ispirazione per i suoi thriller – come forse qualcuno può credere – “I pipistrelli non mi piacciono per niente! Sono certamente importanti per l’ambiente e per la specie. Li tengo per quello, e quando, qualche volta, qualcuno di loro entra in camera mi nascondo sotto le coperte. Ci pensa mio marito a buttarli fuori”.

 

Senza ombra di dubbio sa essere professionale ed estremamente affabile per chi ha la fortuna di poterla non solo leggere ma incontrare e scambiare con lei qualche disquisizione e battuta.

Foto Tess Stimson

Com’è nata l’idea di questo libro?

«Da noi si dice: Se la vita ti dà dei limoni, allora fai una limonata!”. Ventidue anni fa, quando il mio primo marito mi lasciò per un’altra donna, ero distrutta. Ma nella vita di uno scrittore nulla accade che non possa essere usato e raccontato in un libro. Due anni dopo sono stata pertanto molto fortunata ad incontrare uno splendido uomo col quale abbiamo costruito una bellissima famiglia. Ho voluto così raccontare in questo libro la rivalità fra una moglie ed una ex moglie proprio perché spesso non ci si rende conto di quanto entrambe possano avere in comune».

Louise e Caroline sono entrambe innamorate di Andrew. O disperate?

«Penso proprio che siano innamorate perché entrambe lo hanno sposato. All’inizio della storia fra le due donne e Andrew tutto funziona alla perfezione. Ad ogni modo la relazione principale resta sicuramene quella fra Caroline e Louise che, quando le cose non girano più, si trovano di fronte ad uno stato di grande rivalità e non vogliono altro che vincere tutte e due».

Col trascorrere delle pagine la figura di Andrew rivela quella di un uomo molto indeciso. È solo tale o si tratta di una mente deviata?

«Penso proprio che Andrew creda nella maniera più genuina di essere innamorato di entrambe le donne, come capita a molti uomini nel tentativo di giustificare le proprie azioni. La verità è che l’unica persona che lui ama per davvero è se stesso causando di conseguenza seri danni a Caroline, Louise e ai propri figli. Un vero narcisista che pensa soltanto al proprio piacere, ed è per questo che non riesce a scegliere fra le due donne. Ma è proprio quello che lui non vuole».

Con Ex Moglie lei ha creato un notevole intreccio di personaggi. Quale le è piaciuto di più?

«Mi vien da pensare ad entrambe le donne. Quando avevo 23 anni e conobbi il mio primo marito, che al tempo era già sposato con la precedente moglie anche se vivevano lontani, mi disse che erano divorziati, ed io ingenuamente gli credetti. Più avanti, quando mi lasciò, seppi che raccontò la medesima storia alla nuova moglie. Ecco perché mi ritrovo più nei panni di Caroline e Louise e le capisco perfettamente. Non riesco proprio a scegliere fra loro due».

Lei ha scritto sia romanzi Rosa che Thriller. Quale genere preferisce scrivere maggiormente?

«I miei primi libri hanno contenuti certamente romantici, anche se non sono certo privi di lati oscuri. Man mano che affinavo e perfezionavo il mio modo di scrivere ho scoperto che questi lati erano sempre più ricorrenti. Una specie di confine fra la normalità e l’estremo che ho trovato molto affascinante. Se ad esempio un uomo vede in un bar una bella donna ed ogni giorno si presenta lì finché non la rivede, si tratta di romanticismo o stalking? Non ho volutamente scelto di scrivere pensando al genere. Tutto è avvenuto in maniera progressiva e naturale sia che si tratti di romanzi Rosa, sia che si tratti di thriller. E sento che è questa la cosa giusta per me».

Tess Stimson: scrittrice e giornalista. Cosa significa al giorno d’oggi svolgere contemporaneamente queste due attività?

«Ero una reporter di guerra a tempo pieno e produttrice per la CNN, ma da quando ho avuto il mio primo figlio ho pensato fosse egoistico mettere a rischio la mia vita, così ho scelto di occuparmi semplicemente di giornalismo lavorando da casa. Un modo per non rischiare, per non farsi sparare! E poi va molto bene per la mia carriera di scrittrice. Ci sono un sacco di vantaggi poiché molti degli articoli che scrivo riguardano le relazioni. Per scrivere un romanzo ci impiego un anno ed un’altro ancora per arrivare alla pubblicazione. Per riviste e quotidiani, invece, è tutto ovviamente più veloce e facile. Nel giro al massimo di una o due settimane si scrive e si pubblica».

Cosa consiglia ai giovani che vogliano intraprendere entrambe le carriere?

«Sposare una persona ricca! Scherzi a parte, la vita dello scrittore è veramente dura, a meno che tu non sia un vero autore di best-seller. I più, per sbarcare il lunario, lavorano per riviste e quotidiani. Il guaio è che la gente legge molto meno di vent’anni fa e così si vendono sempre meno libri. Ci sono sicuramente molte più opportunità nel giornalismo anche se ogni anno sono sempre minori. Consiglierei di essere preparati agli imprevisti, alle delusioni ed avere comunque nel cassetto un Piano B. Ricordo di aver scritto il mio primo romanzo quando lavoravo a tempo pieno. Quindi l’importante è quello di non rinunciare al lavoro quotidiano fino a quando non ci si è stabilizzati».

Il suo prossimo libro Stolen – per ora il titolo è solo in inglese – sarà in uscita il prossimo 5 agosto in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. E in Italia?

«Spero sia pubblicato anche da voi! Amo l’Italia più di qualsiasi altro Paese. Ho vissuto a Roma per quattro anni dove è nato il mio primo figlio. Ci ritornerei di corsa, ma il lavoro di mio marito è negli Stati Uniti dove i nostri figli sono cresciuti e hanno messo su casa. Ma da voi torno ogni anno, ed essere pubblicata e letta in Italia è un sogno che per me si avvera. E incrocio le dita anche per “Stolen”».

Appunto, “Stolen”. Che storia è?

«È la storia di un matrimonio perfetto che finisce in tragedia quando una damigella d’onore di tre anni scompare da un idilliaco matrimonio sulla spiaggia. La caccia a Lottie diventa una spasmodica ricerca, ma i sospetti ricadono puntuali sulla madre, Alex, che ha solo paura di non rivedere mai più la figlia. Perché Alex non stava guardando Lottie? Chi ha preso Lottie Martini? Tornerà mai a casa? Il padre di Lottie, Luca, è italiano, e parte del libro è ambientato a Genova e in Sicilia».

Quando saranno previste nel nostro Paese altre sue pubblicazioni?

«Ogni libro viene acquistato dagli editori separatamente. Dunque non so ancora se “Stolen”, o qualsiasi altra mia precedente pubblicazione, sbarcherà in Italia. Ma se i miei lettori italiani lo vorranno, spero tanto si possa fare!».

Foto Tess Stimson
Foto Tess Stimson

Tess Stimson è una scrittrice, giornalista e reporter inglese. Nominata Professor of Creative Writing all’Università di South Florida, nel 2002 si è trasferita negli Stati Uniti. Adesso vive e lavora nel Vermont con il marito Erik, i loro tre figli e (secondo le ultime stime) due gatti, tre pesci, un gerbillo e un gran numero di pipistrelli in soffitta. Autrice di numerosi romanzi rosa, Ex Moglie è la sua prima suspense a essere pubblicata in Italia, in corso di traduzione in 7 Paesi.

Cosa ne pensi?

Commenti

Se ti piace, condividi!